Marianna Cantisani (Maratea, 1994) si trasferisce a Firenze per frequentare il triennio di Scultura all'Accademia di Belle Arti e successivamente a Milano per continuare la specializzazione all'Accademia di Brera. Conclude i suoi studi nel 2019 dopo essersi laureata con lode. Esordisce nel 2008 e nel 2013 vincendo alcuni premi regionali.

Nel 2015 è stata scelta per realizzare una sua opera presso il Laboratorio Corsanini a Carrara dove ha potuto raffinare le sue capacità sulla lavorazione del marmo e dove ha conosciuto diversi artisti. Nel 2016 ha partecipato ad una summer school in collaborazione con l'associazione ArtePollino e l'accademia di Belle Arti di Brera. Nel 2018 ha vinto il secondo premio del concorso "Silla Corradini". L'opera realizzata è in mostra permanente presso l'azienda Duna Corradini, a Carpi (MO). Inoltre, partecipa a diverse collettive durante gli anni accademici.

Nel 2019, terminati gli studi, svolge un praticantato presso lo studio dell'artista e suo docente accademico Vittorio Corsini. Ora insegna scultura e pittura presso una scuola d'arte privata a Milano e continua la sua ricerca artistica presso il suo laboratorio. L'artista si avvicina alla scultura in modi diversi: si interessa all'installazione, alla performance, alla video-art, alla fotografia. I temi che affronta sono complessi e vari, pertanto posseggono un denominatore comune: l'umano. La sua produzione artistica, infatti, si basa sui sentimenti umani, sulla capacità d'ascolto dell'altro e, di riflesso, di noi stessi.

Entrando in contatto coi suoi lavori non si può assumere un atteggiamento passivo. L'artista mette sempre lo spettatore davanti ad una scelta: se vivere un'esperienza, se vivere la sua opera o se non viverla. Così nascono i suoi lavori performativi.

X12

 Sito web